Inverno

Gli inverni miti e soleggiati sono una delle tante benedizioni di Gozo. Se fa freddo, c’è foschia o nevica in qualsiasi altra parte d’Europa, si può contare sul fatto che Gozo offra clima mite e giornate luminose. L’isola può essere la perfetta meta invernale con una scelta di attività rigenerati.

Arrampicarsi, fare escursioni, andare in bici o semplicemente camminare in campagna sono l’ideale da ottobre fino ad aprile, quando il clima è mite e non esageratamente caldo. Per i meno avventurosi, rilassarsi in una delle strutture benessere presenti su tutta l’isola è pura terapia per la mente e l’anima. Le spa offrono una vasta gamma di trattamenti e terapie da tutto il mondo, come sauna, jacuzzi, bagno turco e piscine riscaldate. È possibile provare anche l’esperienza degli hammam orientali e l’autentica ayurveda indiana, che promettono rigenerazione e rilassamento profondo. Sono disponibili anche yoga, pilates e aquaerobica.

Gozo è ancora stracolma di attività durante la stagione invernale. Il Natale e il Carnevale sono due delle più importanti feste che vengono celebrate qui, con una calendario culturale tra le due che testimonia una fiorente comunità artistica. Il Natale è un periodo molto speciale a Gozo, un grande momento per godersi le abitudini locali, l’artigianato tradizionale e la tipica cucina stagionale. I villaggi preparano presepi viventi e rievocazioni della scena della natività. Un’intera zona di Għajnsielem viene trasformata per ricreare la scena della natività, immersa nel cuore del villaggio gozitano. Abitudini e tradizioni a lungo dimenticate tornano in vita grazie a quelli che assistono all’evento. Questa usanza ha luogo anche in altre località in tutta Gozo, dove le vecchie fattorie vengono trasformate in presepi viventi.

La vita qui può sembrare basarsi, in parte, intorno alle festività e agli eventi religiosi, ma quando arriva il Carnevale, Gozo diventa puro divertimento. Durante queste celebrazioni, i gozitani perdono i propri costumi religiosi usuali, centrati intorno alle celebrazioni delle loro sagre, dei santi e delle varie festività religiose per indossare un’attitudine molto più colorita e celebrativa, che precede l’austero periodo di Quaresima. Ogni villaggio offre il proprio colpo di scena in una festa che rompe letteralmente la quiete invernale. I carnevali organizzati, tra le altre località, a Victoria, Nadur e Xaghra, mettono in risalto danze carnevalesche, quadretti comici, costumi, carri allegorici e la tradizionale kukkanja. Poi c’è il famoso e spontaneo carnevale tenuto a Nadur, che si distingue per la sua creatività senza limiti. Tutto iniziò molti anni fa all’interno di questo villaggio, con i giovani che scartabellavano idee per mascherarsi e sfilare per le stradine, divertendosi da matti.

Oggi, la partecipazione al carnevale di Nadur è cresciuta così tanto che gente da tutta l’isola si riversa lì per i tre giorni di baldoria, colori e suoni, dove tutti possono essere chiunque vogliano con travestimenti provocatori. Ci si lascia trasportare facilmente dall’atmosfera di festa di costumi, balli e musica, ma soprattutto di pura e semplice immaginazione e creatività. Il carnevale a Gozo è cresciuto in maniera significativa negli ultimi due decenni, diventando una delle più importanti feste annuali che attraggono verso l’isola visitatori alla ricerca di un’esperienza divertente e unica. La sua natura tipica ed estrema è stata un fattore determinante per il suo successo, spingendo folle sempre più grandi. Il carnevale nei villaggi offre uno scorcio della varia cultura Gozitana, distintamente tracciabile in ogni località.

Il calendario culturale di Gozo è ricco di altre attività, quali concerti musicali, mostre d’arte e altri eventi formativi basati sul patrimonio storico e archeologico dell’isola. L’inverno può essere noioso ovunque ma non qui, questa piccola comunità isolana si reinventa con ogni stagione e l’inverno di Gozo offre una pausa serena che è colorata con la scelta di eventi e feste culturali.