Il Museo della Cattedrale di Gozo

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

Il Museo della Cattedrale, proprio nel passaggio a sinistra della cattedrale, si compone di tre sale deliziosamente decorate: la Pinacoteca al piano superiore, la Volta d’argento nella parte inferiore, e una collezione ricca di elementi nella sala principale in mezzo. Dalla galleria di foto, c’è anche una buona vista dell’isola di Gozo e oltre.

I più antichi reperti nel Museo, ospitato nella Pinacoteca, sono parti di colonne doriche del I sec. a.C.. Facevano parte di un tempio romano, dedicato a Giunone, che sorgeva sulla collina della Cittadella dove c’è attualmente la cattedrale. La Galleria Fotografica mostra anche dipinti, statue, statuette, e cappotti con le armi del periodo dal 1591 al 1990.

La volta d’argento contiene una vasta gamma di argenteria ecclesiastica. Una delle mostre principali è una vecchia immagine della Madonna dipinta su pelle e racchiusa in un reliquiario d’argento. Nella vetrina centrale vi è una collezione di monete di emissione speciale, prodotte dalla Repubblica di Malta e dal Vaticano. Il bel crocifisso in argento massiccio e dodici candelabri enormi, posti sull’altare maggiore durante la festa di Santa Marija (Santa Maria), sono di Bruckman und Sons di Heilborn, Germania (1921). Altri reperti da controllare includono la cassetta di viaggio di un vescovo, diversi calici antichi con intricati lavori d’argento e d’oro, messali con coperture d’oro e d’argento, e un paio di ampolle molto preziose.

Salite le scale, la Sala Principale è dominata dalla Landau del Vescovo, costruita da Nurse and Company di Londra nel 1860. Notevoli sono anche un baldacchino in tenda di cotone locale, un baldacchino in arazzo fiammingo (inizio XVIII sec.), e un ombrello verde, usato in passato per proteggere il vescovo dal sole durante le processioni. Ci sono diverse statuine settecentesche di origine portoghese, un orologio tradizionale, mitre e paramenti, e una bella cassettiera maltese intarsiata del primo ‘800, con un disegno di croci maltesi.