Il Mulino a vento Ta’ Kola

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

Il mulino a vento Ta’ Kola a TourismProduct:Ix-Xaghra]ix-Xagħra[/TourismProduct], è uno dei pochi mulini a vento sopravvissuti sulle Isole Maltesi e risalente al periodo dei Cavalieri. Le sue origini risalgono al 1725, ma sembra fosse stato costruito in pietra e malta di scarsa qualità e dovette essere ricostruito nel 1780-90. Il nome del mulino a vento di Ta’ Kola deriva dall’ultimo mugnaio, che era popolarmente conosciuto come Żeppu ta’ Kola (Giuseppe, figlio di Nicola).

Quando il vento era giusto per il funzionamento del frantoio, il mugnaio avrebbe soffiato attraverso una conchiglia (Maltese bronja) per far capire a tutti gli abitanti che avrebbe portato il proprio grano da macinare in farina. Le pesanti macine sono ancora visibili nella parte superiore del mulino collegate al meccanismo di fresatura centrale, attorno al quale, ci sono le camere in cui il mugnaio ha vissuto e lavorato.

Al piano terra si trova il laboratorio, con una vasta gamma di strumenti storici, alcuni dei quali sono stati prodotti dai proprietari del mulino. Al primo piano, l’abitazione del mugnaio e della sua famiglia, è stata ricreata con mobili tradizionali e artigianato di Gozo. È possibile visitare la sala da pranzo del mugnaio, le camere da letto, e la cucina attrezzata con utensili tradizionali e articoli da cucina raramente visti oggi.