Vecchio deposito di polvere da sparo

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

Questo deposito specialistico accanto ai Cavalieri di San Giovanni, situato nella Cittadella di Gozo, era dove veniva conservata la polvere da sparo per le armi della Cittadella stessa nel tardo XVII e nel XVIII sec.

All’epoca della polvere da sparo, le fortificazioni più vecchie subirono un adattamento per far fronte all’artiglieria pesante. A cavallo del XVIII sec, alla Cittadella di Gozo vennero dati in dotazione dai trenta ai quaranta pezzi di artiglieria, diversi mortai e quasi 400 moschetti. Non c’è bisogno di dire che l’effettiva resa di queste armi dipendeva da una pronta disponibilità di una polvere da sparo di qualità, che doveva essere conservata in luogo che fosse sia accessibile che protetto dal fuoco nemico. Questo deposito fu aggiunto ad un bastione del XVII sec. probabilmente poco prima del 1690.

Pare fosse accessibile da quella che oggi è la strada Bieb l-Imdina, allora nascosta alla vista dei nemici e oltre il raggio d’azione della loro artiglieria.

Il deposito di polvere da sparo non è di solida costruzione. È composto di un tipico muro a due facce perforato da una porta centrale e due tagli schermati per la ventilazione. Il tetto (restaurato) segue la tecnica tradizionale di solette piatte poste su archi trasversali, mentre il lucernario centrale sembra essere il frutto di una modifica posteriore. Degni di nota sono i molti graffiti presenti sui blocchi di pietra. Alcuni sono posti ad una certa altezza, il che suggerisce il fatto che alcuni blocchi siano stati riciclati da costruzioni precedenti così come si soleva fare all’epoca.