Torre Ta’ Isopu

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

Conosciuta diversamente come Torre di San Blas it-Torri ta’ Isopu (o ancora ta’ Sopu) e Torre Nuova, questa torre fu costruita nel 1667 come parte integrante delle difese costiere dell’isola. La ‘Universita’ – il governo locale – costruì e mantenne propria la torre e pagò per il suo presidio mentre l’Ordine di San Giovanni forniva l’artiglieria.

L’ingresso principale della torre è situato al piano superiore. All’entrata si giungeva attraverso una scalinata ed un piccolo ponte levatoio in legno. Vi sono poi quattro stemmi, due su ogni lato dell’entrata, gravemente danneggiati dagli agenti atmosferici, che una volta mostravano il blasone dell’Ordine di San Giovanni, il Grande Maestro del tempo, Nicholas Cotoner; il Governatore di Gozo e, probabilmente, quello dell’Universita di Gozo.

La torre è costituita da un blocco quadrato con spessi muri malconci. La parte interna è elevata e culmina in una volta a botte con un piano intermedio che poggia sulle arcate. Una scala a chiocciola fornisce l’accesso agli altri piani. La torre possedeva un proprio pozzo, con una stretta galleria di drenaggio ritagliata sul lato interno del muro meridionale, permettendo agli occupanti di tirare l’acqua al primo piano. Il tetto della torre dispone di un basso parapetto che si estende su tre lati.

Pare che a partire dal 1785 la torre non fosse più equipaggiata in quanto non appare nel censimento dell’artiglieria dei Cavalieri di quell’anno. Tuttavia, nell’allerta del 1792, alla Congregazione di Guerra dei Cavalieri fu ordinato che la trre venisse armata con 4 cannoni di ferro da sei libbre.

La Torre di San Blas fu congiuntamente restaurata nel 2006 dal –Comune Locale di in-Nadur e la Din l-Art Ħelwa.