Torre di Santa Maria

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

La Torre di Comino, conosciuta anche come la Torre di Santa Maria, domina la costa sud-occidentale dell’isola di Comino che si affaccia sul Canale meridionale di Comino. Questa piccola isola è situata tra Malta e Gozo e la torre è facilmente riconoscibile dal traghetto mentre si passa attraverso le due isole più grandi. Essa può essere anche visitata trovandosi proprio a Comino.

Nei secoli XV, XVI, XVII, quando Malta fu dominata dagli Aragonesi e dai Castigliani prima e dai Cavalieri di San Giovanni poi, Comino era frequentemente visitata da corsari, con i galeoni turchi che trovavano rifugio nelle sue calette nascoste. Infatti, il nome di Comino in maltese, Kemmuna, è un termine di derivazione araba che significa proprio ‘rifugio’. Spesso questi corsari assaltavano i naviganti della zona, e vessavano senza pietà le barche indifese dirette a Gozo, spesso cariche di beni di prima necessità.

La torre fu un tentativo di prevenire questi attacchi e risulta essere una fortezza delle più temibili tra le torri costiere di Malta e Gozo. Una volta i suoi cannoni facevano la guardia sia al Canale di Comino settentrionale che a quello meridionale. Completata nel 1618 durante il regno del Grande Maestro Alof de Wignacourt, la torre fu progettata dall’ingegnere Vittorio Cassar. Essa fu armata con 8 cannoni da 32 e 10 cannoni da 24 libbre e popolate da un presidio di 130 uomini. L’artiglieria pesante della Torre di Comino giocò un ruolo importante, successivamente, nella storia durante l’insurrezione contro gli invasori della Francia Napoleonica nel 1799, quando la torre di Comino bombardò postazioni francesi lontane come La Valletta.