La Torre di Mġarr ix-Xini

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

Sulle rocce che si trovano all’ingresso della piccola e splendida baia di Mġarr Ix-Xini si trova questa storica torre difensiva del periodo dei Cavalieri. Costruita a metà del XVII sec., essa arriva troppo tardi per impedire ai Turchi Ottomani di utilizzare questo braccio di mare nel devastante attacco del 1551, dopo il quale la maggior parte della popolazione di Gozo fu ridotta in schiavitù e molti furono caricati sulle navi proprio ai piedi del luogo dove oggi sorge la torre di Mġarr Ix-Xini.

La torre di Mġarr Ix-Xini è una delle 14 torri costruite attorno alle coste di Malta e di Gozo durante il regno del Grande Maestro de Redin nel 1658-59. Essa è a pianta quadrata e consta di due piani, ognuno di essi con soffitto a volta, e di un tetto piano con un piccolo parapetto. A differenza delle altre torri De Redin, la torre di Mġarr Ix-Xini possiede una sola entrata, a cui si accede da una scalinata e un ponte levatoio a palizzate. Una scala a chiocciola si appoggia all’imponente muro esposto a nord per arrivare in cima al tetto.
Ciascuna torre poteva comunicare con la torre più vicina – di solito attraverso segnali di fuoco sui tetti. Le torri vicine a quella di Mġarr Ix-Xini erano quelle di Santa Cecilia (sempre a Gozo) e la torre di Comino, situata sull’omonima isola vicina (al centro tra Malta e Gozo). Dando uno sguardo fuori dalla torre di Mġarr Ix-Xini oggi si può ancora ammirare la Torre di Comino.

La torre di Mġarr Ix-Xini fu costruita dall’Universita (il governo locale) di Gozo con un progetto di Mederico Blondel, un ingegnere dell’ordine di San Giovanni, ad un costo stimato di 857 Scudi (pari a €166). La torre funzionò a partire dal Giugno 1661 ed era abitata da un castellano e un bombardiere professionista. Dal 1785, con l’attenuazione della minaccia ottomana, la torre probabilmente non fu più abitata in maniera permanente in quanto non vi è traccia nel censimento dell’artiglieria di quell’anno. Tuttavia, durante l’allerta del 1792, la Congregazione di Guerra dei Cavalieri dispose di armare la torre con 2 cannoni di ferro da sei libbre.

La Torre di Mġarr ix-Xini è stata congiuntamente restaurata nel 2000 dal Ministero per Gozo e per Wirt Għawdex (il patrimonio artistico di Gozo). Un vecchio sentiero acciottolato che conduce alla torre provenendo dalla baia di Mġarr ix-Xini (e tutta la strada da Ix-Xewkija), è stato ripulito e riaperto, creando una passeggiata molto piacevole verso la torre.