La Rotonda di San Giovanni Battista

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

Questa è la più grande chiesa di Gozo e sfoggia la terza cupola più grande del mondo costruita senza armature di sostegno.

Ix-Xewkija è uno dei villaggi più antichi di Gozo, che acquisì lo status di diocesi prima del 1678. Anni dopo fu eretta una parrocchia, dedicata a San Giovanni Battista e consacrata nel 1755. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, i parrocchiani – tradizionalmente conosciuti per loro abilità edilize ed artigiane nella lavorazione della pietra maltese – espressero il proprio desiderio di costruire una nuova, maestosa parrocchia. L’architetto Giuseppe D’Amato elaborò un progetto ispirato alla famosa Basilica di Santa Maria della Salute a Venezia.

La prima pietra venne posta nel 1951. La vecchia chiesa di San Giovanni venne lasciata dov’era durante i lavori e continuò le proprie funzioni fino a che il nuovo edificio non venne completato. Vennero fatte molte donazioni e lavori gratuiti da parte di artigiani qualificati. Tutto questo fece sì che l’enorme struttura crescesse sempre di più, anno dopo anno, finché, dopo vent’anni di duro lavoro, la chiesa non fu pronta.

Il 1978 è stato l’anno del 300° anniversario della parrocchia e il Vescovo di Gozo celebrò una cerimonia di consacrazione su quella che ora è universalmente nota come La Rotonda. Come parte della celebrazione, la grande croce venne posta all’apice della cupola.

Questa monumentale chiesa è costituita da un’enorme struttura circolare (di qui il suo nome) in bianca pietra calcarea locale. Otto colonne di cemento coperte di pietra sorreggono la sua elegante cupola, altra 75m per un diametro di 28, una circonferenza di 85 metri e un peso stimato di circa 45,000 tonnellate. L’interno è decorato con eleganti sculture e dipinti moderni. Il pavimento è in marmo di Carrara lucidato, con l’altare maggiore anch’esso scolpito in marmo prezioso.

La Rotonda di Ix-Xewkija è un superbo capolavoro di architettura che rivela la squisita tessitura e versatilità della roccia calcarea locale, nonché le capacità degli artigiani del posto.

Poco prima che la Rotonda fosse completata, la vecchia chiesa fu accuratamente smantellata, e le sue parti migliori furono ricostruite accanto alla chiesa nuova. Attualmente se ne possono visitare i resti (all’interno del Museo delle Sculture) e scoprire gli incredibili e delicati merletti su alcune delle vecchie pietre maltesi.

Dal Museo delle Sculture, i visitatori possono prendere un ascensore per salire sulla Cupola a godersi le vedute spettacolari di Gozo e Malta.
La festa di San Giovanni Battista cade il 24 Giugno e viene celebrata nella domenica più vicina.