La Basilica di San Giorgio

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

La Basilica di San Giorgio si trova proprio nel centro della capitale ir-Rabat , circondata da un groviglio di strette stradine e vicoli antichi. È una delle chiese artisticamente e architettonicamente (così come religosamente e culturalmente) più importanti di Gozo.

La parrocchia ha origine nel medioevo, sicuramente prima del 1450. La prima pietra della chiesa attuale fu posta nel 1672 e fu consacrata nel 1755. Essa ottenne il titolo di Basilica nel 1958 e nel 1976 divenne una Chiesa Arcipresbiterale e Collegiata aggregata alla Basilica-Cattedrale di San Giovanni in Laterano a Roma.

Alla chiesa ci si riferisce spesso come alla Basilica di Marmo, poiché è completamente ricoperta di questo materiale. Il baldacchino ricoperto d’oro e di bronzo è sorprendente, ma la maggiore attrazione è la statua del santo patrono, San Giorgio, scolpita nel legno da Pawlu Azzopardi nel 1838. Fu la prima statua di un santo patrono acquistata da una parrocchia di Gozo (ora tutte ne hanno una).

Gli affreschi sul soffitto e nella cupola sono di Giovanni Battista Conti di Roma e la basilica mostra opere di una vasta gamma di altri artisti tra cui: Mattia Preti, Giuseppe Cali, Michele Busuttil, Giuseppe Fenech, Francesco Zahra, Fortunato Venuti, Injazju Cortis, Ramiro Cali’, Filippo Cosimo, Giuseppe D’Arena, Salvatore Bondi’ Roberto Dingli e Stefano Erardi.

La festa di San Giorgio Martire cade il 23 Aprile, e viene celebrata in pompa magna intorno alla seconda settimana di Luglio.