Cappella di Nostra Signora della Misericordia

  • Stampa
  • Condividi
  • Togli da My Gozo

Cappella di Nostra Signora della Misericordia

Questa piccola cappella si trova sul luogo dove s’incrociano le due strade ix-Xewkija-il-Qala e ir-Rabat l-Mġarr. Secondo Achille Ferres, fino al 1937, sorgeva qui una chiesa dedicata a San Bartolomeo che, però sarà stata trascurata e abbattuta perché di essa non c’è nota nei diari di Mons. Dusina del 1575. Ancora, lo storico Agius de Soldanis affermava di aver letto in documenti antichi che essa era ancora lì nel 1597.

Essa fu ricostruita nel 1643 dal Notaio Paolo de Lorenzo su un terreno da lui ceduto e portato in dote dalla moglie, Petronilla Pontremoli, eseguendo l’ordine di un decreto emanato dal Vescovo Balaguer Camarasa, datato 5 Giugno 1642. Petronilla si era impegnata a tenere vivo il lume dell’altare, a pagare le spese per la festa, e a fornire tutto il necessario per la manutenzione della cappella. Nonostante ciò, lo stesso Vescovo, dopo soli 15 anni, sconsacrò la cappella. Tuttavia, nel 1674, Petronilla insistette per la sua riapertura offrendo di dotarla di una rendita proveniente da un terreno situato a tar-Ramla, che aveva ereditato dal Canonico Salvu Pontremoli. Il Vescovo Astiria accettò, quando Petronilla promise di celebrare la festa e di distribuire pane a tutti i poveri che venivano a visitare la chiesa in quel giorno.

Nel 1735, quando Dun Piet Aquilina era parroco di Xewkija, il ritratto di San Bartolomeo fu rimpiazzato da un altro, raffigurante Nostra Signora con San Bartolomeo e le anime nel Purgatorio, opera di Gian Nikola Buhagiar.

Il 13 Dicembre 1944 le suore Domenicane presero la gestione della cappella, e ne mantengono le funzioni ancora oggi. Le feste in onore di Nostra Signora vengono celebrate il 17 Settembre, mentre per San Bartolomeo il 24 Agosto.