Pasqua

La Domenica di Pasqua è il culmine delle celebrazioni della Settimana Santa. È la più grande festa del calendario cristiano, in quanto commemora la resurrezione di Gesù Cristo. A Gozo, come a Malta, la Pasqua viene celebrata con importanti attività liturgiche e festive. A partire dal Sabato Santo e dalla Veglia Pasquale, tutte le parrocchie riuniscono i fedeli nelle loro chiese per una solenne funzione religiosa e per i rituali tradizionali della benedizione dell’acqua e del fuoco. Le luci della chiesa si spengono, riducendo la visibilità a un barlume, ogni persona della congregazione accende un cero pasquale e l’intera chiesa si illumina con centinaia di tremolanti fiamme gialle. Le campane risuonano in tutta l’isola, vengono lette le Scritture e consegnati i sermoni prima che il sacerdote benedica l’acqua santa che verrà utilizzata per i battesimi e che tutta l’assemblea confermi la propria fede con la recita dei voti battesimali. Dopo queste celebrazioni, gli aderenti alla congregazione di solito rimangono in chiesa per un pò,  per un drink o per un assaggio del tradizionale Figolla (torta di Pasqua maltese alle mandorle).La Domenica di Pasqua, Gozo si sveglia con il suono delle campane della chiesa ed i cristiani affollano le chiese per la messa di Pasqua. Alcune parrocchie, dopo la celebrazione, organizzano una processione tradizionale con la statua del Cristo Risorto. Queste processioni sono in genere accompagnate da bande locali e la loro popolarità è rimasta viva nei secoli.Queste processioni della Domenica di Pasqua sono in netto contrasto con quelle del Venerdì Santo, nelle quali l’atmosfera cupa lascia il posto a una generale espressione di gioia. In alcune parrocchie, i portatori corrono con la statua sulle spalle per l’ultima parte della processione. Alla fine di ogni tratto di strada, essi sollevano e muovono la statua in alto sopra la testa in segno di vittoria. Nella capitale di Gozo, Ir-Rabat , vengono organizzate due processioni con le due bande locali. La prima esce dalla