Un’Eredità in Pietra

September 18, 2017

La globigerina di Gozo è un aspetto dell’identità di Gozo che non può essere trascurato. Se si cammina attraverso i villaggi di Gozitan e nota le case, alcune delle quali presentano motivi decorativi e sculture, non si può evitare le chiese e gli edifici che sono stati costruiti utilizzando questa pietra.

Qui esaminiamo alcuni fatti interessanti associati al calcare globigerina:

  1. La pietra di Gozo è un po’ diversa dal colore al tipo trovato a Malta, nel senso che ha la tonalità di miele che la pietra bianca maltese non c’ha. Il calcare di Globigerina si puo’ trovare in aree di San Lawrenz e Dwejra, ma nei giorni precedenti, Gozo aveva altre cave come a Ta’ Sannat. Oggi molte di queste vecchie cave vengono utilizzate come fattorie o campi.

    Una delle cave a Gozo
    Una delle cave a Gozo
  2. Questa pietra, formata dai resti microscopici degli organismi del mare profondo, è considerata una pietra morbida e quindi è più facile da estrarre e lavorare. Da grandi progetti come chiese e cupole a piccoli e minuscoli accenti decorativi e figurine, la pietra ha servito bene i locali costruttori, artigiani e sculture. Le opere precedenti nella scultura in pietra a Gozo sono state principalmente associate all’arredamento nelle chiese. L’introduzione per decorare abitazioni private è iniziata intorno agli anni ’50 e si è sviluppata per includere strutture intricate come balaustre, colonne, arcate d’accento e così via.

    Sculture a Ta' Pinu
    Sculture a Ta’ Pinu
  3. Affascinatevi dalla bellezza e dalla dimensione della pietra locale, è indispensabile una visita alla Rotonda di Xewkija e nel Santuario Mariano di Ta ‘Pinu a Għarb. Una volta visitata la Rotonda, date un’occhiata alla vecchia chiesa che è stata smantellata e ricostruita nella sagrestia della nuova Rotonda. Le sculture della vecchia chiesa è incredibile proprio come la Rotonda stessa. Il santuario di Ta ‘Pinu è un altro capolavoro in costruzione e la scultura in pietra superba.

    La Rotunda a Xewkija
    La Rotunda a Xewkija

La natura deve essere lo scultore per eccellenza. Uno sguardo rapido sulle rive e sulle zone costiere in cui il calcare si trova sulla superficie superiore rivelerà l’erosione che è scavata via i bordi della scogliera creando e paesaggi che hanno catturato l’immaginazione di molti!