Le Chiese Barocche di Gozo

Dicembre 3, 2019

A breathtaking display of radiant colours at sunrise over the church of St. Anthony of Padova in Ghajnsielem, Gozo. Copyright © Kappa Vision / Jean-Paul Borg For all my latest photos, please visit and like Kappa Vision on Facebook.

79 Likes, 4 Comments – Kappa Vision (@kappavision_gram) on Instagram: “A breathtaking display of radiant colours at sunrise over the church of St. Anthony of Padova in…”

Sapevi che Gozo ha 46 chiese e cappelle, ognuna con un stile e una storia unicha che aspettano solo di essere scoperti? Dalle meraviglie architettoniche barocche del diciassettesimo secolo, fino ai tributi neoclassici del ventesimo secolo costruiti a mano dai parrocchiani. Dai un’occhiata allo skyline di Gozo e puoi identificare molte delle nostre chiese in stile barocco perché le loro cupole rosse che perforano il cielo mentre raggiungono il cielo.

Dai un’occhiata alla gloria delle chiese di Gozo in questo breve video:

Gozo’s Churches

The story goes that Malta has enough churches to visit a different one every day of the year. This is very nearly true and the concentration of churches in Gozo is just as dense. Every little village has its own church.

Il periodo barocco, durante il dominio dei Cavalieri di San Giovanni, fu una delle epoche più artisticamente creative della nostra storia. Passeggia all’interno di qualsiasi delle chiese barocche di Gozo e ti stupirai del angeli in tromba, fregi con sculture e putti e dipinti religiosi – sì, le nostre chiese barocche sono riccamente decorate dentro e fuori.

Gozitan Treasure

27 Likes, 0 Comments – Anna Attard (@anna.attard) on Instagram: “Gozitan Treasure”

In tutta Europa, dal diciassettesimo secolo alla fine del diciottesimo secolo molti artisti e architetti hanno praticato questo stile barocco sfarzoso e opulento alla moda, caratterizzato da mobili dorati decorati, sculture in marmo e dipinti drammatici, che esalta l’estetica di chiese, teatri e grandi edifici civili, incantevole spettatori e trasportandoli in un viaggio quasi spirituale. Il movimento artistico barocco è stato abbracciato dalla Chiesa cattolica in opposizione alla Riforma protestante. Lo stile barocco mira a creare una connessione emotiva con lo spettatore pur essendo facilmente comprensibile dalle masse.

Infatti, questo articolo esplora l’arte e le origini di alcune delle bellissime chiese barocche di Gozo.

Cattedrale di Gozo, Cattedrale dell’Assunta – dedicata all’Assunzione di Maria.

https://www.instagram.com/p/BobC_jrnHZD/

Sebbene la Cattedrale di Gozo nella Cittadella abbia più di 300 anni, il sito religioso dimostra che l’arte resiste alla prova del tempo. La cattedrale, commissionata da Alof de Wignacourt, fu costruita tra il 1697 e il 1711 ed è realizzata in pietra calcarea locale, a forma di croce latina. Il pionieristico architetto maltese Lorenzo Gafa che progettò la Cattedrale è ora salutato come uno degli architetti più influenti nell’architettura barocca maltese.

Secondo dati storici, il sito in cui ora sorge la Cattedrale era un tempo un tempio romano dedicato alla dea Giunone. Salendo le scale per entrare nella Cattedrale, la statua in bronzo sul lato sinistro è di Papa Pio IX e sulla destra di Papa Giovanni Paolo II. La nicchia all’esterno presenta una statua di Santa Maria (L’Assunzione della Madonna) realizzata a Roma nel 1897.

https://www.instagram.com/p/B2Sgq4iCfCD/

Sebbene la Cattedrale ospiti ogni giorno visitatori entusiasti, desiderosi di catturare la sua esuberante bellezza ecclesiastica, molti saranno sorpresi di scoprire che l’edificio era in realtà incompiuto. I tipici schermi di contrafforti laterali non furono costruiti e sebbene fosse stato costruito un tamburo di pietra sull’incrocio, non fu mai eretta una cupola. La Cattedrale ha un tetto piano, ma i visitatori all’interno sono spesso indotti a credere che ci sia una cupola quando guardano verso l’alto per vedere il dipinto “trompe l’oel” dell’artista Antonio Manuel, originariamente installato nel 1739 – che utilizza la prospettiva geometrica per ingannare l’occhio.

Antonio Manuele – Trompe L’oeill. Grazie a: jjpzammit

Chiesa parrocchiale di Nostra Signora del Virtu, Għarb, Gozo

La chiesa parrocchiale di Għarb è dedicata a Nostra Signora del Virtu. Progettato dall’architetto Guzeppi Azzopardi, questo splendido edificio barocco con la sua facciata concava centrale e le torri gemelle simmetriche è elogiato da molti come una delle chiese architettonicamente più perfette di tutta Gozo. Completato nel 1729, fu ispirato da Francesco Borromini, Sant’Agnese in Agone in Piazza Navone a Roma.

https://www.instagram.com/p/B2YdJBrlwsm/

Le bellissime statue di cherubini e figurine che occupano le sue nicchie esterne, insieme alla statua della Vergine Maria posizionata sopra la porta attirano lo sguardo del visitatore verso l’interno. Una volta dentro, assisterai ad un’arte davvero sorprendente, come quella del famoso artista sacro gozitano, Paolo Camilleri-Cauchi, i cui dipinti in stile classico raffigurano scene relative alla Madonna, incorniciate dai suoi ritratti monocromatici, che ingannano anche l’osservatore dando l’illusione di guardare su statue scolpite in 3D.

Chiesa parrocchiale di Nostra Signora del Virtu, Għarb, Gozo

Basilica di San Giorgio, Rabat, Gozo

Pastizzi breakfast #lovemalta #malta #gozo #enzogourmet #enzotravel_malta2014

8 Likes, 2 Comments – thedivinefool (@enzoangrisani) on Instagram: “Pastizzi breakfast #lovemalta #malta #gozo #enzogourmet #enzotravel_malta2014”

La chiesa parrocchiale di San Giorgio a Victoria è un imponente capolavoro che domina Piazza San Giorgio, una delle zone turistiche più popolari di Gozo. Questa parrocchia esiste dal quindicesimo secolo. Tuttavia, la prima pietra della chiesa odierna fu posta nel 1672. Nel caso in cui non lo sapessi, una basilica è un titolo conferito a un’importante chiesa riconosciuta dal Vaticano a Roma e nel 1958, Papa Pio XII elevò la Chiesa di San Giorgio al dignità della basilica.

St George’s Basilica #gozo #malta

17 Likes, 1 Comments – Neil Long (@funkateer69) on Instagram: “St George’s Basilica #gozo #malta”

La cupola originale della chiesa fu danneggiata dal terremoto in Sicilia del 1693 dell’11 gennaio e fu successivamente ricostruita. Nel 1818, la facciata della chiesa fu rimodellata su progetto del sacerdote / architetto e artista, Don Salvatore Bondi.

Instagram post by A.M * Mar 9, 2015 at 10:33pm UTC

13 Likes, 0 Comments – A.M (@russo_meucci) on Instagram

Entra nell’interno molto opulento della Basilica e capirai facilmente perché è conosciuta come la “Chiesa d’oro di Gozo”. Con splendidi dettagli decorati, come il baldacchino dorato in bronzo e oro sopra l’altare maggiore, modellato sul baldacchino del Bernini per San Pietro, completo di colonne dorate Solomonic.

Assicurati di assistere alla statua del santo patrono, San Giorgio, scolpita in legno da Pawlu Azzopardi nel 1838. Questa statua, che ora ha più di 180 anni, è stata la prima statua titolare acquisita da qualsiasi chiesa parrocchiale di Gozo.

Hrug minn-nicca #SaintGeorge #feast #Victoria #Gozo #Malta

7 Likes, 0 Comments – Matthew Borg (@matborg90) on Instagram: “Hrug minn-nicca #SaintGeorge #feast #Victoria #Gozo #Malta”

I dipinti all’interno della cupola e del soffitto della Basilica di San Giorgio leggono come un Who’s Who di maestri artisti, con opere di Giovanni Battista Conti di Roma, Mattia Preti, Giuseppe Cali, Michele Busuttil, Giuseppe Fenech, Francesco Zahra, Ramiro Cali ‘, Filippo Cosimo, Giuseppe D’Arena e Salvatore Bondi ‘tra gli altri’.

Se ti piace lo splendore ecclesiastico e artistico dell’arte barocca, allora Gozo ha così tante chiese da esplorare dalla Chiesa di Santa Margherita a Sannat, la Chiesa del Corpus Domini a Għasri, fino alla splendida chiesa di Gesù di Nazaret a Xagħra e altro ancora.

Grazie a: Chris Galea, Paolo Camilleri-Cauchi e jjpzammit.